12 Ott

PETROLIO e PROSECCO

Riportiamo alcuni spezzoni IMPERDIBILI della interessante puntata di Petrolio del 06/10/18.
E’ consolante sapere che ci sono uomini e donne che lavorano, rompendosi la schiena, rispettando l’ambiente e la salute dei vicini. E ce ne sono, per fortuna, anche tra di noi, qui sulle nostre colline inquinate. Resta l’amarezza di vedere come la stragrande maggioranza violenti l’ambiente (vedi i recenti casi dei nostri corsi d’acqua resi putrefatti da scarichi di varie cantine) e non si curi della salute degli abitanti del luogo. Come mai inoltre al danno si aggiunge la beffa? Perché la nostra Giunta regionale si incaponisce a regalare soldi pubblici a chi inquina? Perché non IMPONE di usare SOLO metodi bio??
Comodo scaricare sulla collettività i costi di produzione.
I soliti contribuenti devono infatti pagare i costi ambientali dovuti all’utilizzo di questi veleni mortali.
Inquinamenti e bonifiche (vedi il pozzo dell’acqua potabile di Conegliano chiuso due anni fa perché inquinato da pesticidi); depurazione di terreni; declassamento delle colture biologiche; costi sanitari per chemioterapie, visite mediche; danni morali enormi per i drammi vissuti dalle tante persone che si ammalano di patologie indotte dai pesticidi chimici di sintesi; migliaia di ore di lavoro perse; prezzi delle case vicine ai vigneti che si stanno svalutando. E tutto questo per cosa? Per far ricco qualcuno sulla pelle di altri? La Dott.ssa Belpoggi sostiene in questo video che un cancerogeno resta tale anche se assorbito in minima quantità. Grazie dunque a Petrolio e al suo conduttore Duilio Gianmaria per aver realizzato una gran bella inchiesta. Unico rammarico: l’ora tarda e quindi il pubblico ristretto. Per questo, nel nostro piccolo, cerchiamo di raggiungere altri spettatori.
Fabio Padovan

12 Ott

SUL PROSECCO SOVVENZIONI REGIONALI A PIOGGIA MA QUEST’ANNO HANNO DISTRUTTO TONNELLATE DI UVA.

SUL PROSECCO SOVVENZIONI REGIONALI A PIOGGIA MA QUEST’ANNO HANNO DISTRUTTO TONNELLATE DI UVA. UNO #SPRECO #ALIMENTARE VERGOGNOSO E INAMMISSIBILE.
Solo nelle ultime settimane la Regione Veneto ha annunciato contributi per 18,9 milioni di euro per rinnovare i #vigneti e 12,5 milioni per promuovere il #vino all’estero. Intanto l’#uva prodotta anche grazie a questi fiumi di denaro viene anche distrutta come si faceva un tempo al sud con le arance. Ho chiesto alla Giunta regionale di ripensare a questa assurda politica agricola che sta creando anche gravi effetti collaterali sul nostro territorio: fiumi inquinati dagli scarichi delle aziende, falde acquifere contaminate da #pesticidi, boschi e biodiversità minacciati, minacce alla salute da pesticidi, ecc. Andrea Zanoni

COMUNICATO: http://www.consiglioveneto.it/crvportal/pageContainer.jsp…

28 Set

MONTICANO E FERRERA? AMMAZZATI!!!

Ogni anno, da anni, i nostri due principali corsi d’acqua diventano fogne tombali a cielo aperto. Niente più vita dentro una melma bluastra puzzolente.

Quest’anno qualcosa è venuto alla luce, grazie al coraggio di un Consigliere Comunale, Alberto Ferraresi del M5S, che ha documentato, grazie anche a un tenace lavoro dell’ex consigliere comunale del M5S, Roberto Borsoi, la miserabile situazione del Monticano. La stessa situazione si riscontra però anche sul Ferrera, a 200 metri dalla sua sorgente, a Collalbrigo. Le foto qui allegate, non professionali purtroppo, lo testimoniano.

Nelle dolci colline del dio Prosecco si sta male, da anni, a causa dell’inquinamento. Aria irrespirabile pregna di pesticidi, che sono in relazione con tante gravi patologie, colture private contaminate dai peggiori pesticidi, uno dei due pozzi-cisterna dell’acqua potabile di Conegliano, è stato chiuso per un periodo, due anni fa, a causa dei pesticidi riscontrati dentro l’acqua; quanta inconsapevolmente ne avremo bevuta? Tutto è contaminato e inquinato. Anche l’acqua dei nostri torrenti è irrimediabilmente inquinata. L’inquinamento da irrorazioni va da Aprile  a Settembre. Da Settembre, poi, si cominciano a bruciare ramaglie così che i fumi rendono l’aria pungente e di nuovo pericolosa per chi qui è costretto a vivere.

Ma quando finirà mai questo scempio??, tra l’altro pagato anche coi miei soldi!

Dov’è l’Assessore all’Ambiente? Non pervenuto. La popolazione è lasciata a sé stessa, che si arrangi.

Fabio Padovan

31 Ago

Conegliano – referendum consultivo per vietare l’uso dei pesticidi chimici di sintesi


Sono lieto di comunicare che i cittadini di Conegliano ora possono finalmente intervenire, DIRETTAMENTE, sulle decisioni relative all’inquinamento ambientale da pesticidi.
Proprio stamattina il Comitato “Conegliano Senza pesticidi”, che ha preso l’avvio dal nostro Comitato “Colli Puri Collalbrigo Respira”, ha presentato in Comune la richiesta di poter indire un Referendum consultivo per vietare l’uso dei pesticidi chimici di sintesi.
E’ un traguardo molto importante, raggiunto dopo anni di battaglie, di decine di proposte ai nostri amministratori, di una mozione da noi elaborata e presentata al Consiglio Comunale di Conegliano il 21/03/2013 dai due rappresentanti del Movimento 5 Stelle. Mozione che, tranne il voto positivo dei due eroici solitari consiglieri del Movimento 5 Stella, è stata bocciata. Una grande occasione sprecata.
Adesso spetta ai cittadini fare la loro parte, che consiste nell’andar a firmare, entro 60 giorni, la richiesta di poter fare un Referendum Comunale in materia.
Mi appello a tutti i concittadini dotati di sensibilità ambientale: FIRMATE subito, per dare una svolta di serenità e di civiltà al nostro convivere Conegliano.
Dott. Gabriele Mion
Presidente
Comitato “Colli Puri Collalbrigo Respira”

P.S. POSSONO FIRMARE SOLO I RESIDENTI NEL COMUNE DI CONEGLIANO.
Raccogliamo firme Domenica 2 Settembre in Viale Carducci (Viale della Stazione).

28 Giu

IMPORTANTE INCONTRO di INFORMAZIONE MEDICA – IMPATTO DEI PESTICIDI SULLA NOSTRA SALUTE.

Nell’ultimo mese si sono verificati diversi episodi che indicano come gli adulti sottovalutino gli effetti perniciosi dei pesticidi sulla salute, in particolare dei soggetti più deboli, cioè dei BAMBINI.

  • Colle Umberto . Lunedì 6/5/18. Irrorazioni velenose mentre i bambini si allenano a calcio.
  • Domenica 2/6/18. Incontro svago di alcune famiglie. E il trattore vicino sparge pesticidi in aria e dentro gli organismi di chi si diverte nei paraggi.
  • Domenica 20/5/18. Marcia dei Bambini. I bambini della scuola “Marconi” di Conegliano vengono portati, con l’intenzione di regalare loro una giornata all’aria aperta, in mezzo ai vigneti mentre stanno pompando.
  • Lucia di Piave. Venerdì 25/05/18. Festa dei bambini delle elementari e a 10 metri pompavano. Presente anche l’Assessore alla Scuola e Istruzione.
  • 2017. Irrorazioni dal vigneto contiguo mentre i ragazzini si stanno allenando a Minirugby. Lettera di protesta del Presidente del Circolo.

Sempre SULLA PELLE dei BAMBINI. Ancora molta leggerezza nei confronti degli effetti pericolosissimi dei pesticidi sull’ambiente e sulla salute umana. Tanto da chiamarli “fitofarmaci”, parola che fa meno paura, anche se è più ipocrita di “pesticidi”. In inglese “fitofarmaci” si traduce con “Pesticides”. Ma agli italiani, grandi consumatori di pesticidi, gliela vendiamo più morbida.

Ma lo volete capire che i BAMBINI SONO IL NOSTRO BENE PIU’ PREZIOSO!!!! Per difendere il quale dobbiamo batterci???, anche se ci costa fatica? Anche se preferiremmo starcene tranquilli, non farci notare. Ma la vita presenta occasioni nelle quali DOBBIAMO USCIRE dal BRANCO e prendere in mano i nostri destini.  GENITORI  VENITE  A INFORMARVI!!!!!!!

Fabio Padovan

27 Giu

CHE VITA D’INFERNO È QUESTA????

CHE VITA D’INFERNO È QUESTA????

Ma che razza di vita è mai la nostra??  Vivere nel terrore delle malattie e del male sparso dagli irroratori che stanno ronzando fuori dal tuo uscio?

Ieri, Lunedì 25 Giugno, e oggi, siamo svegliati al mattino presto dal rumore maledetto: “Ma stanno già pompando!”. E via tutto il giorno fino alle otto di sera. Giornate magnifiche, sole e aria tersa, anche venticello leggiadro. E invece noi corriamo, improvvisamente corriamo. “Tira dentro i vestiti”, che hai appena messo fuori a prendere aria; carica i bambini in macchina e parti. Portali via, non importa dove e non sai per quanto. E loro sbuffano, gridano, vogliono stare anche a casa; invitare magari qualche amichetto. Ma no, non si può, MAI, pompano.  E questo ogni giorno, più volte al giorno. Hai appena aperto le finestre per dare aria alle stanze, tendi l’orecchio :”Oh no!, ancora?”. Richiudi tutto. Il sole e la sua luce tenuti fuori: sempre! Ricoprire l’orto, come impone la Regione Veneto, non è possibile. Dovresti farlo ogni giorno, e ogni ora togliere e rimettere. Ma come si fa a vivere così? È mai vita questa? Chi ci ripaga dell’ansia terribile che ci attanaglia la bocca dello stomaco?  A che ci serve questa casa? Ad ammalarci?

E chi mai ascolterà le nostre grida disperate di aiuto??? Madre celeste aiutaci, scuoti i cuori!!

Fabio Padovan